Corsi di formazione per RSPP

SICUREZZA?
Obbligatoria per tutti.

Acquista online il tuo corso di formazione RSPP

Corso RSPP
per aziende classificate
a rischio BASSO

16 ore

€250,00

€225,00 + IVA

Nessun costo aggiuntivo

Lezioni ONLINE dal 13/02

Corso RSPP
per aziende classificate
a rischio MEDIO

32 ore

€450,00

405,00 + IVA

Nessun costo aggiuntivo

Lezioni ONLINE dal 13/02

Corso RSPP
per aziende classificate
a rischio ALTO

48 ore

€600,00

540,00 + IVA

Nessun costo aggiuntivo

Lezioni ONLINE dal 13/02

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Lo sapevi che

indipendentemente dal rischio e dal numero dei lavoratori tutte le aziende e le imprese devono avere il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPP.

Infatti, il Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) è una figura obbligatoria per ogni tipo di azienda, come previsto dal Testo Unico sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro.

Generalmente svolto dal datore di lavoro, il corso di formazione obbligatorio varia a seconda del livello di rischio dell’azienda con una durata di 16 ore (rischio basso), 32 ore (rischio medio), 48 ore (rischio alto).

F.A.Q.

Che cosa si intende per RSPP?

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) è la persona designata dal datore di lavoro, dotata delle competenze e delle qualifiche richieste dall’articolo 32 del D. Lgs. 81/08, che ha il compito di coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi. Questo servizio si occupa di identificare i pericoli, elaborare soluzioni preventive e protettive per la sicurezza e la salute negli ambienti di lavoro, proporre programmi di formazione e informazione e fornire ai lavoratori informazioni specifiche sui rischi potenziali e sulle misure di prevenzione da adottare.

Di cosa si occupa un RSPP?

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è “persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali descritti nell’art. 32, designata dal Datore di Lavoro , a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi.” (Decreto Legislativo 9 aprile 2008, art. 2)

Partecipa assieme al Medico Competente e al Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza alle riunioni periodiche indette annualmente dal Datore di Lavoro e collabora con queste figure per la realizzazione del Documento di Valutazione dei Rischi.

Qual è la funzione del RSPP?

Il servizio di prevenzione e protezione dai rischi professionali si occupa di:

  • identificare i fattori di rischio, valutare i rischi e individuare le misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, in conformità alla normativa vigente e tenendo conto della specifica conoscenza dell’organizzazione aziendale;
  • elaborare, nell’ambito della propria competenza, le misure preventive e protettive previste dall’articolo 28, comma 2 e i sistemi di controllo di tali misure;
  • sviluppare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
  • proporre programmi di informazione e formazione per i lavoratori;
  • partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro e alla riunione periodica prevista dall’articolo 35;
  • fornire informazioni ai lavoratori.

Quali responsabilità ha un RSPP?

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è un professionista della sicurezza che agisce in modo neutrale. Il D.lgs 81/2008 non prevede sanzioni per questa figura, tuttavia essa è co-responsabile insieme al Datore di lavoro, ai Dirigenti e ai Preposti in caso di infortuni causati da mancata segnalazione di rischi o sottovalutazione dei medesimi. L’articolo 40 del Codice Penale stabilisce che non impedire un evento equivale a causarlo. Il RSPP, insieme al Medico Competente e al RLS, è responsabile per il raggiungimento degli obiettivi del Sistema di Gestione della Sicurezza aziendale e contribuisce alla definizione di nuovi piani, programmi e procedure per migliorare continuamente i livelli di salute e sicurezza.

Chi può essere nominato RSPP?

Il ruolo di RSPP Datore di Lavoro (DDL) può essere solo dal titolare stesso.
Inoltre, per svolgere questa funzione è necessario frequentare un corso di
formazione obbligatorio di almeno 16 ore e al massimo 48 ore, in relazione ai
rischi presenti nell’ambiente di lavoro e alle attività lavorative svolte. Il RSPP è
anche tenuto a partecipare a corsi di aggiornamento con cadenza
quinquennale. Inoltre, per ricoprire questa carica è necessario avere un diploma
di istruzione secondaria superiore secondo gli articoli 31 e 34 del D. Lgs. 81/08.

Un’azienda può avere più di un RSPP?

La legge richiede che un datore di lavoro nomini solo un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) per garantire che la politica aziendale sulla sicurezza e l’igiene del lavoro sia efficace ed efficiente. Il D. Lgs. 81/08 stabilisce che per ogni azienda è previsto un solo RSPP, tuttavia è possibile integrare il servizio di prevenzione e protezione nominando uno o più Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP).

Qual è l’obbligo formativo per il Datore di Lavoro che intende assumere il ruolo di RSPP?

Per assumere il ruolo di RSPP, è necessario aver seguito corsi di formazione mirati alla prevenzione e protezione dei rischi presenti nell’ambiente di lavoro, compresi quelli ergonomici e legati allo stress lavoro-correlato, nonché alla gestione delle attività tecnico-amministrative e alla comunicazione aziendale e relazioni sindacali. La durata della formazione dipende dal livello di rischio dell’azienda: BASSO (16 ore), MEDIO (32 ore), ALTO (48 ore).

L’aggiornamento è obbligatorio?

Si, ogni RSPP ha l’obbligo di aggiornarsi periodicamente.

Qual è l’obbligo di aggiornamento per un RSPP Datore di Lavoro?

I responsabili dei servizi di Prevenzione e Protezione sono obbligati a seguire corsi di aggiornamento secondo quanto stabilito nell’accordo Stato-regioni del 21/12/2011. La durata dell’aggiornamento obbligatorio quinquennale varia in base al livello di rischio dell’attività: BASSO (6 ore), MEDIO (10 ore), ALTO (14 ore).

Esistono delle sanzioni per la mancata formazione o aggiornamento del RSPP Datore di Lavoro? Quali?

Per quanto riguarda le sanzioni per la mancata formazione o aggiornamento del RSPP Datore di Lavoro, sono previste pene come l’arresto da 3 a 6 mesi o l’ammenda da 3071 € a 7862 €. In caso di aziende a rischio rilevante o con esposizione a rischi biologici (Gr. 3 o 4), ATEX, cancerogeni o mutageni, amianto, cantieri con più di 200 lavoratori e presenza di più imprese, miniere e strutture sanitarie con più di 50 lavoratori, l’arresto va da 4 a 8 mesi.

Hai altre domande?
Vuoi avere più informazioni sugli adempimenti normativi di cui ha bisogno la tua azienda?

Compila il form, ti contatteremo per consigliarti i corsi più adatti alle tue esigenze.







    Euroambiente, da oltre trent’anni al fianco delle imprese italiane nella gestione degli adempimenti legati alla sicurezza dei lavoratori.