Skip to content

IMPORTANTISSIME NOVITA’ RIGUARDANTI LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA

Notizia SicurezzaIl 26 gennaio 2012, dopo tanta attesa, sono entrati in vigore i nuovi Accordi Stato – Regioni relativi alla formazione sulla sicurezza pubblicati sulla G.U. n. 8 del 11 gennaio 2012.

Gli accordi riguardano nello specifico l’individuazione dei Soggetti Formatori e i contenuti della formazione del Datore di lavoro che intenda svolgere direttamente i compiti di RSPP e di quella dei Lavoratori, dei Dirigenti e dei Preposti, di cui agli articoli 34 e 37 del Decreto Legislativo 81/2008.

La novità più importante, oltre all’articolazione dei percorsi formativi base e di aggiornamento, è quella dell’individuazione dei SOGGETTI FORMATORI E DEI DOCENTI AUTORIZZATI all’erogazione di tali corsi; in particolare per la formazione dei Datori di Lavoro – RSPP vengono richieste strutture tecniche operanti nel campo della formazione professionale, accreditate dalla Regione di appartenenza e con esperienza almeno biennale professionale maturata nel campo della formazione sulla prevenzione.

La EUROAMBIENTE, quale centro di alta formazione alla prevenzione, per mezzo di una forte collaborazione per le fasi progettuali, organizzative e gestionali stabilita con il suo Ente INFORP “Innovazione e Formazione Professionale” accreditato dalla Regione Puglia, garantirà a tutti i suoi Clienti puntuale adempimento di quanto previsto dagli accordi emanati e dalla legislazione vigente considerata anche l’importanza in termini prevenzionistici che queste novità rivestono e che dovrebbero garantire un incremento del bagaglio di competenze tecniche per i discenti interessati ed un accrescimento della cultura della sicurezza all’interno di tutte le organizzazioni.

Riportiamo alcuni punti interessanti degli Accordi:

– Le Aziende saranno suddivise in tre categorie (rischio basso, medio e alto) in base al settore di appartenenza. Dalla categoria di rischio di appartenenza dipenderà il numero minimo di ore di formazione prevista.

– La durata minima complessiva dei corsi di formazione per i lavoratori sarà di 8 ore per le Aziende della classe di rischio BASSO, 12 ore per le Aziende della classe di rischio MEDIO e di 16 ore per le Aziende della classe di rischio ALTO.

– Qualora il lavoratore svolga operazioni o utilizzi attrezzature per cui il D.Lgs. 81/2008 preveda percorsi formativi ulteriori, specifici e mirati, questi andranno ad aggiungersi alla formazione base di cui al punto precedente (carrelli elevatori, DPI di terza categoria, ecc.)

– È previsto un aggiornamento quinquennale, di durata minima di 6 ore, per i lavoratori di tutti e tre i livelli di rischio sopra individuati.

– La formazione pregressa, erogata dal Datore di Lavoro nel rispetto delle previsioni normative e delle indicazioni previste nei contratti collettivi, è riconosciuta. Rimane invariato l’obbligo di aggiornamento entro cinque anni dall’entrata in vigore degli accordi.

– L’obbligo di aggiornamento per lavoratori e preposti per i quali la formazione è stata erogata da più di 5 anni dalla data di pubblicazione degli accordi, dovrà essere ottemperato entro il 26 Gennaio 2013.

– Il personale di nuova assunzione deve essere formato anteriormente o, se ciò non fosse possibile, entro e non oltre 60 giorni dall’assunzione.

– La formazione del preposto deve comprendere quella per i lavoratori, così come prevista ai punti precedenti, e deve essere integrata da una formazione particolare la cui durata minima è di 8 ore.

– I Datori di Lavoro che svolgono il ruolo di RSPP devono effettuare un aggiornamento quinquennale (cinque anni dalla data di pubblicazione del presente accordo) e la durata dipende dalla classe di rischio a cui appartiene l’Azienda ( 6 ore per le Aziende della classe di rischio BASSO, 10 ore per le Aziende della classe di rischio MEDIO e 14 ore per le Aziende della classe di rischio ALTO). L’obbligo di aggiornamento va preferibilmente distribuito nell’arco temporale di riferimento.

  Fonte: Euroambiente – Segreteria Tecnica

Share Our Posts

Share this post through social bookmarks.

  • Delicious
  • Digg
  • Newsvine
  • RSS
  • StumbleUpon
  • Technorati

Comments

Tell us what do you think.

There are no comments on this entry.

Add a Comment

Fill in the form and submit.